Cronache dal letto

Vi sto scrivendo da una piazza e mezza bordata da ferro battuto dipinto di bianco portante un materasso stropicciato da calde lenzuola verdi e rosa.

Avrei voluto schiacciare un riposino, ma le folate di aria fresca rendono ancora più insopportabile l’afa che segue la brezza. Come se non bastasse, il mio sonno è stato pericolosamente minacciato.

Nella mia testa sbattevano come fulmini durante una tempesta il pensiero dei piatti da imballare per l’imminente trasloco disturbato regolarmente dall’immagine di una persona che ride. Sghignazza. Urla. Piange. Si contrae. Si soffoca. Sospira. Ride.

MA COSA CAVOLO C’AVRAI DA RIDE’???

Il trasloco è una cosa seria. un po’ di rispetto.

Anche se devo dire che mi fa molto ridere. Mhmpf. Eh. !!. Ih ih.      . Mh. Ah!. Ah Ah!.

Annunci

12 pensieri su “Cronache dal letto

  1. Buon lavoro! I traslochi sono ottime occasioni per fare piazza pulita di un mucchio di paccottiglia… ma in questi giorni mi sto maledicendo perché nell’ultimo mi sono fatta prendere la mano e qualcosa di quella paccottiglia ora mi farebbe comodo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...