Un week-end fotografico

Questo fine settimana ho avuto la grandissima occasione di partecipare ad un workshop fotografico organizzato dal MiMA .

Per chi non conoscesse questa associazione, sappiate che si occupa di fotografia a 360°, non solo organizzando workshop tenuti da fotografi nazionali ed internazionali, ma anche tour fotografici, mostre, concorsi… insomma, ha un’offerta molto ricca e variegata tutta da scoprire.

Durante questo weekend si è parlato di Creative Portrait con la fotografa Agnès Spaak, che ci ha dapprima illustrato il suo lavoro e raccontato di come si è avvicinata a questo mondo artistico, per portarci poi nella camera di posa messa a disposizione dal fotografo veronese Maurizio Marcato, dove ad attenderci c’era tutto l’armamentario più all’avanguardia per lo shooting ed una modella professionista. Noi dovevamo portarci solo fotocamera e pc contenente un programma di editing – photoshop o lightroom o quello che più ci sembrava adatto.

Eravamo una decina tra neofiti e amatoriali rasentanti il semiprofessionismo, è stato molto interessante e divertente vedere le idee di ciascuno di noi, osservarci dirigere la modella, scegliere le luci, ed infine selezionare lo scatto che avremmo dovuto utilizzare per l’editing.

Lo scopo del workshop era lavorare sul ritratto modificato attraverso sovrapposizioni di differenti foto, in pieno stile Spaak. Io avevo le idee già piuttosto chiare del risultato che volevo raggiungere, e devo dire che lavorare con photoshop mi ha spiazzata non poco (io lo uso ma per cose minime, prima di questo weekend non ero decisamente in grado di utilizzare maschere e altro…), ma per fortuna Nicola (Nicolà, come lo chiama Agnès – che è francese), l’assistente della fotografa, si è dimostrato disponibilissimo e gentilissimo ad aiutare me e chiunque fosse in difficoltà nella realizzazione delle proprie idee.

Alla fine del workshop abbiamo mostrato i nostri lavori, spiegando come li abbiamo realizzati e che cosa intendevamo esprimere, è stato bellissimo confrontarci tra noi ed avere il parere finale di una fotografa professionista e il suo assistente super capace!

Beh, a questo punto spero siate almeno un po’ curiosi di vedere il mio lavoro… Bene, vi mostro ben 2 immagini. Nella prima, che è quella che ho scelto da presentare alla fine del workshop, ho voluto rappresentare l’energia, il senso della vita nella sua forma più primordiale e semplice. Nella seconda, che ho elaborata a casa per fare un po’ di pratica, ho raccontato una specie di favola nordica.

irene.centon.foto

irene.centon.foto

Prima che mi dimentichi – 100% affidabile

Ieri Triquetra mi ha fatto un bellissimo regalo. Una very surprise eh!!!

Essendo una persona decisamente timida, appena ho letto il mio nome ho avuto l’istinto fanciullesco di andarmi a nascondere dietro la gonna della mamma. E, nella mia testa, l’ho fatto davvero.

Passato il momento elinnocenzasullegoteTUEduearanceancorpiùrosse, mi sono andata ad informare sull’iniziativa, trovandola davvero bellissima. Il problema però, la fregatura, sta nella responsabilità catartica che ne segue: dover nominare, a mia volta, 5 blogger che secondo me meritano il riconoscimento.

Avrei avuto altri nomi da inserire, naturalmente, come Hagane o il mio amico Orso, ma ho preferito scegliere qualcuno che ancora non aveva ricevuto una nomina, ma che comunque se la meritava:

1. Stravagaria

2. Queen of all excuses

3. Ella nei vicoli persa

4. Quartopianosenzaascensore

5. La Geniaccia

Infatti un blog, per poter essere ritenuto affidabile, deve avere questi requisiti:

1) Essere aggiornato regolarmente
2) Mostrare la passione autentica del blogger per l’argomento di cui scrive
3) Favorire la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori
4) Offrire contenuti ed informazioni utili e originali
5) Non essere infarcito di troppa pubblicità

Cito Orso Chiacchierone che ha citato il sito GliAffidabili.it, che ha “creato” il premio: “è nata così l’idea del premio “Il Blog Affidabile“, un riconoscimento per aiutare a far conoscere dal basso il lavoro dei molti blogger italiani che aggiornano con passione, dedizione e costanza il loro diario online, ma che non sempre sono noti al grande pubblico. Come? Facendo in modo che siano gli stessi blogger che ricevono il premio (e possono fregiarsi del distintivo di “Blog Affidabile”) a nominarne e premiarne altri. Con un duplice obiettivo: da una parte offrire un riconoscimento ai blogger meritevoli per farli conoscere ad un pubblico più ampio, dall’altra aiutare gli utenti Internet a scoprire i blog più affidabili in rete sui diversi argomenti.”

Consiglio a tutti di seguirli per passare dei piacevoli, divertenti ma anche impegnati momenti di lettura!

Dichiaro che i blog da me scelti rispettano le 5 regole del Premio “Il Blog Affidabile”  disponibili a questa pagina http://www.gliaffidabili.it/a/altro/il-premio-il-blog-affidabile . Sono pertanto una risorsa utile per gli utenti della Rete e meritevoli di essere conosciuti da un pubblico più ampio“.